Questo sito non utilizza cookie persistenti e raccoglie dati statistici anonimi sulla navigazione, mediante cookie installati da terze parti autorizzate, rispettando la privacy dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Continuando a navigare su questo sito, cliccando sui link al suo interno o semplicemente scrollando la pagina verso il basso, accetti il servizio e gli stessi cookie. Per saperne di più leggi la Privacy policy.

Rosa canina

La rosa canina è un arbusto perenne, con apparato radicale profondo e molto ramificato.

Il caule cilindrico, si ramifica abbondantemente ed è cosparso di aculei più o meno uncinati.

Le foglie sono cosparse, composte, imparipennate, e picciolate; le foglioline sono in genere 5, di forma ovale, con margine dentato.

Il fiore è ermafrodita con un ricettacolo abbastanza grande, avvolto dal clice che ha forma di bottiglia, e termina con 5 lacinie triangolari; la corolla è grande, composta da petali ovali, di colore rosa pallido.

Il frutto (falso frutto) costituito da tanti acheni duri e ricoperti di peli, racchiusi nel ricettacolo che a maturità diventa carnoso è di colore rosso.

È un buon antiscorbutico, astringente, tonico, diuretico, lassativo, cicatrizzante, antinfiammatorio.

NB: tutte le informazioni e le illustrazioni presentate in questa sezione sono tratte dal volume "Curarsi con erbe, radici, foglie e fiori" di Emanuela Borio, edito da Editrice VELAR di G. Serra.

Rosa canina